Aspetti chiave per uno smart working efficiente senza sacrificare l’equilibrio tra lavoro e vita privata

March 24, 2021

Smart working Talentia Software

Prima della crisi sanitaria, lo smart working era un’opzione che solo in pochi potevano prendere in considerazione, ma alcuni cambiamenti portati dalla pandemia sono destinati a durare. È quello che è successo proprio con lo smart working? Siamo di fronte a una modalità di lavoro sostenibile nel lungo termine? Le aziende saranno in grado di creare postazioni di lavoro efficienti anche da casa?

Gli HR manager si trovano di fronte a una grande sfida: gestire il lavoro da remoto senza inficiare sulla produttività e senza dover sacrificare l’equilibrio lavoro-vita privata. Quanti trovano impossibile  non controllare le notifiche e le e-mail, anche nel tempo libero? La linea di demarcazione tra lavoro e vita privata può essere molto labile quando si lavora da remoto.

Pro e contro dello smart working

Ci sarà ancora il lavoro da remoto dopo l’emergenza Covid? In un rapporto redatto dalla PwC, l’azienda di consulenza analizza in termini di costi e benefici come un aumento di questo trend potrebbe influenzare il benessere sociale complessivo. Le conclusioni dell’analisi indica i seguenti benefici  come  i più importanti:

  • Riduzione dei costi. Il lavoro da remoto fa risparmiare sia l’azienda che i dipendenti.
  • Aumento della produttività. Senza viaggi inutili si risparmia tempo, le ore passate al lavoro sono più produttive e sono dedicate alle attività che danno un vero valore aggiunto.
  • Equilibrio migliore tra lavoro e vita privata.

In effetti si stima che, anche solo aumentando di un giorno a settimana il lavoro svolto da casa, l’azienda e i dipendenti risparmierebbero 3,9 milioni in più ogni anno. Inoltre questo cambiamento potrebbe portare a una riduzione delle emissioni di CO2 equivalente a 605,5 milioni di kg all’anno. Solo in Olanda, ciò costituirebbe una riduzione del 2% nelle emissioni totali del trasporto su strada.

Gestione dei team da remoto: creare uno spazio di lavoro efficiente

Il processo di digitalizzazione sta cambiando il modo di lavorare delle aziende e, quindi, anche la gestione delle Risorse Umane. Tecnologia, big data e sviluppo dell’IA costituiranno una sfida in questo senso; snelliranno i processi, cambieranno la cultura aziendale e contribuiranno a creare uno spazio di lavoro efficiente.

Alcuni aspetti chiave per raggiungere un equilibrio tra smart working e vita lavorativa, che sono stati raccolti in un altro report PwC dal titolo Lesperienza del lavoro da remoto sono i seguenti:

  • Stabilire una chiara divisione tra tempo personale e tempo lavorativo.
  • Favorire la costruzione di relazioni forti.
  • Per garantire il successo, la comunicazione è fondamentale.
  • Costruire una cultura di flessibilità per adattarsi alle esigenze di ogni individuo.
  • Garantire che il Performance management sia centrato sui risultati, non sulla presenza fisica.
  • Costruire relazioni basate sulla fiducia è fondamentale per una cultura forte e autonoma.

D’altro canto, l’implementazione di un HR software è essenziale per ottimizzare la gestione dei dipendenti da remoto e la comunicazione con loro. Sebbene sia davvero difficile quantificare il senso di appartenenza o la cultura aziendale, questi sono comunque aspetti che possono influenzare la produttività. Combinare la presenza fisica e il lavoro da remoto aiuterebbe a  trovare il giusto equilibrio. La gestione dei team da remoto è possibile e dovrebbe essere un obiettivo chiave della gestione delle Risorse Umane.