Il nuovo ruolo della funzione HR come risorsa strategica per l’azienda

Febbraio 15, 2021

Funzione HR Risorsa strategica

Negli ultimi anni il ruolo della funzione HR è cambiato drasticamente. Spesso i team Risorse Umane di molte aziende si sono limitati alla gestione delle attività operative, ma oggi la digitalizzazione regala scenari completamente diversi. Di fronte alla necessità di ottenere una performance efficiente, i team HR rappresentano una risorsa strategica per garantire il successo del business.

Le attività puramente amministrative legate alla gestione del personale (retribuzioni, licenziamenti, ferie, ecc.) sono ripetitive e possono essere automatizzate attraverso soluzioni HCM come quella offerta da Talentia. In questo modo, la funzione HR può concentrarsi su attività a maggior valore aggiunto per l’azienda. L’HR manager può godere di una maggiore autonomia e concentrarsi su programmi che promuovono, ad esempio, il benessere, uno dei trend più importanti secondo il rapporto 2020 Deloitte Global Human Capital Trends.

Per l’80% dei 9.000 rispondenti al sondaggio della società di consulenza, il benessere dei dipendenti costituisce un fattore “importante” o “molto importante” per il successo dell’organizzazione. È visto come la chiave per mantenere alta la motivazione e salvaguardare la salute mentale dei dipendenti. Gioca inoltre un ruolo fondamentale anche nell’attrarre e mantenere in azienda i talenti.

L’automazione fa sì che le attività ripetitive diventino meno pesanti. La sfida odierna sta nello sviluppare strategie innovative per gestire il capitale umano ed è proprio questo il nuovo ruolo del team Risorse Umane: esso è fondamentale affinché l’organizzazione raggiunga la migliore performance.

Risorse Umane: un ruolo strategico

Le Risorse Umane possono dimostrare il loro valore strategico sviluppando politiche o strategie di benessere che facciano aumentare la produttività. Esistono, però, anche altre modalità: ad esempio, la creazione di spazi di lavoro adeguati, la comunicazione tra dipendenti, l’adozione di soluzioni che garantiscano l’efficienza del lavoro da remoto o una vasta gamma di programmi di formazione utili a migliorare le skill dei dipendenti.

Ormai gli spazi di lavoro non sono solo fisici ma anche virtuali. A questo proposito, la funzione HR gioca un ruolo essenziale nel minimizzare i rischi del lavoro da remoto. Tra questi fattori c’è anche il rischio che i collaboratori avvertano un minor spirito di squadra, stando al rapporto Le principali pratiche per il lavoro in remoto realizzato da KPMG. Tale rischio può essere mitigato utilizzando app e widget di e-HR che meglio si adattino alle esigenze aziendali. Tali strumenti favoriscono una maggiore collaborazione e autonomia fra i dipendenti.

Il team Risorse Umane può inoltre dimostrare il proprio valore strategico immaginando quali saranno le nuove modalità di lavoro in un mondo sempre più digitale. È importante ripensare il ruolo che i luoghi fisici di lavoro giocheranno all’interno dell’organizzazione. Grazie all’automazione, si ha più tempo per sviluppare approcci creativi e cercare di sfruttare al massimo un modello di lavoro ibrido.

Secondo un rapporto di PwC, l’83% dei dipendenti vorrebbero lavorare da remoto almeno un giorno a settimana, mentre il 32% non vorrebbe mai tornare in ufficio. È necessario soddisfare questa richiesta di alternanza tra lavoro in ufficio e in remoto. Intanto chi si occupa di Risorse Umane dovrebbe anche esplorare in che modo sfruttare la presenza in ufficio per favorire la cooperazione, secondo quanto emerso da uno studio condotto da Forbes.

La tecnologia sta profondamente cambiando le organizzazioni, ogni ruolo sta affrontando una trasformazione. Pertanto, la funzione HR riveste una posizione chiave e utile per affrontare le costanti sfide organizzative poste dalla tecnologia. I processi di automazione aiutano le Risorse Umane a concentrarsi su questi cambiamenti. Sono finiti i tempi in cui si gestivano solo le attività operative. Oggi i team HR rappresentano una vera risorsa strategica.